L’antica Pizzeria da Michele in the World apre a Pompei

29-09-2023 | News Home

 

Il 28 settembre, a Pompei, è stata inaugurata ufficialmente la 43ª sede nel mondo, dell’Antica Pizzeria da Michele in the World.

La rete di franchising “Michele in the World”, società concessionaria dei diritti d’immagine dell’Antica Pizzeria da Michele Napoli, continua la sua espansione mondiale, questa volta giocando quasi in casa.

L’Antica Pizzeria da Michele in the World, nella sua sede storica di Via Sersale a Napoli, fa parte delle pizzerie centenarie napoletane. É una delle più antiche della città partenopea nonché di sicuro la pizzeria più famosa al mondo.

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una crescita esponenziale di “Michele in the World” che, dalla prima sede all’estero, aperta ormai più di 10 anni fa in Giappone, ha visto un susseguirsi di aperture in tutto il mondo. A partire dal Regno Unito, fino ad arrivare a Dubai negli Emirati Arabi, poi negli Stati Uniti, in diverse sedi europee, e non ultimo, nelle più importanti città italiane.

A queste sedi si affiancano le nuove iniziative della famiglia Condurro che, oltre alla catena in franchising, mantiene la storica di Napoli, definita “II Tempio sacro della pizza” e ha avviato una serie di aperture in Campania.

Le pizzerie campane, vedono la famiglia Condurro cimentarsi in una nuova avventura, non rientrando  come tutte le altre, nell’operazione di franchising, bensì in una gestione diretta dei Condurro, da soli o con altri partners.

Oltre alla sede storica di Forcella, attualmente se ne contano altre tre, numero destinato sicuramente a crescere.

La prima è stata l’Antica pizzeria da Michele Salerno. Situata in una delle piazze centrali della città, ormai gode del favore del pubblico, offrendo una proposta che, come in tutte le sedi della Michele in the World, non è limitata a margherita e marinara, (consuetudine, nella storica di Napoli), ma propone diverse tipologie di pizze. Una menzione a parte, va alla sede salernitana per la pizza gluten-free, ritenuta dai locali, la migliore della città.

Staff_Antica-Pizzeria-da-Michele-in the-World

Le altre sedi campane, ad oggi, sono quella di Aversa, inaugurata da pochi mesi, e appunto, Pompei.

Siamo in una delle città d’arte più famose al mondo, che vede un afflusso di turisti provenienti da tutti i continenti, per 12 mesi all’anno, grazie agli Scavi archeologici. Lungimirante quindi la scelta di aprire una sede in una cittadina così importante, crocevia quasi obbligato per il turista che intraprende una vacanza tra le bellezze artistiche e naturalistiche della Campania.

Dicevamo quindi, che l’inaugurazione ufficiale il 28 settembre, ha visto una serata dedicata alle autorità locali e alla stampa. Anche questa volta, avrebbero potuto stupirci con “effetti speciali” ma, anche questa volta, ci hanno dimostrato di aver capito che la formula migliore è quella della replicabilità.

Pompei_Antica-Pizzeria-da-Michele

La pizzeria richiama gli standard principali di tutte le pizzerie del gruppo Michele in the World, che a sua volta replica l’originale, cioè la sede di Napoli. Immancabili i tavoli di marmo e le mattonelle verdi, le foto della famiglia, i versi storici ormai famosi in tutto il mondo.

E poi ovviamente le pizze in perfetto stile Michele, non solo Margherita e Marinara. Un menù più ricco ma centrato, che gioca il jolly con una perfetta pizza fritta. Tutto questo ci conferma ancora una volta che la mission che si propone il gruppo aziendale, è proprio quella della replicabilità, come abbiamo detto. Ovvero, della perfetta riproducibilità del loro prodotto.

La pizza da Michele, uguale è in tutto il mondo, l’impasto è lo stesso, i prodotti utilizzati sono gli stessi, dal pomodoro, all’olio, al fiordilatte di Agerola della famiglia Fusco.

La serata di ieri, che si è conclusa con taglio della torta e brindisi finale, ha confermato il successo del progetto. Grande la soddisfazione degli amministratori per questa avventura, i quali ovviamente hanno confermato di essere al lavoro per le nuove aperture che nei prossimi mesi vedranno le sedi, oltrepassare il numero attuale che già ha raggiunto le 43 unità.

Anna Orlando Direttore Responsabile

Calabro-lucana di nascita, campana di adozione. Dopo una laurea in Giurisprudenza e molti anni di professione forense, finalmente realizza un (uno dei tanti) sogno nel cassetto e diventa giornalista pubblicista. La passione per il cibo e le collaborazioni degli ultimi anni fanno il resto.