WORLD PASTA DAY il 25 ottobre al Sant Ambroeus di Milano

23-10-2023 | News Home

 

Il 25 ottobre, in occasione del World Pasta Day, Sant Ambroeus celebra una delle eccellenze italiane proponendo la ricetta delle sue Linguine al prezzemolo con tartare di gamberi.

“Per noi italiani, la pasta è molto più di un semplice alimento. È simbolo di convivialità, di famiglia e dello stare insieme capace di riunirci a tavola in tutte le regioni di Italia e nel mondo. È un’arte culinaria che unisce tradizione e innovazione, e che ha un posto speciale nei cuori delle persone in tutto il mondo. È un simbolo della cucina italiana e una delizia da gustare e apprezzare in tutte le sue forme, con i condimenti più classici e quelli più innovativi.” ha commentato Iacopo Falai, Direttore Culinario di SA Hospitality.

Una ricorrenza, quella che celebra la pasta da oltre 20 anni, che festeggia l’alimento simbolo dell’italianità.

Sant Ambroeus, che ha esportato in America la cultura gastronomica italiana, ha deciso per l’occasione di raccontare la ricetta di uno dei suoi piatti iconici: le Linguine al prezzemolo con tartare di gamberi.

Un piatto che ha come protagonista il prezzemolo, la pianta aromatica più utilizzata in cucina, e il crostaceo più pregiato del Mar Mediterraneo: Il Gambero rosso di Mazzara del Vallo. Il gusto fresco del prezzemolo e quello corposo del gambero crudo, uniti alla piccantezza della “bomba” calabrese rendono unico questo piatto che esalta i sapori autentici tipici della tradizione.

LINGUINE AL PREZZEMOLO CON TARTARE DI GAMBERI

Ingredienti per 2 persone

160 gr di linguine
90 gr di purea/clorofilla di prezzemolo
80 gr di bisque di gamberi rossi
80 gr di polpa di gamberi rossi
30 gr di olio evo
uno spicchio di aglio tritato
peperoncino “bomba” calabrese
sale
scorza di limone

Procedimento

Pulire i gamberi rossi di Mazara, conservando i carapaci e le teste per fare la bisque.

Per la bisque: rosolare un fondo leggero di scalogno, a piacere si può aggiungere sedano e carota, con i carapaci e le teste dei gamberi. Sfumare con del brandy, aggiungere qualche cucchiaio di passata di pomodoro, diluita con acqua e cuocere per circa 20/30 minuti, quindi frullare e passare ad un colino, aggiustando di sale se occorre.

Salsa al prezzemolo: sbollentare in acqua salata il prezzemolo sfogliato, quindi, raffreddare in acqua e ghiaccio e frullare aggiungendo, se necessario, dell’acqua di cottura fino ad ottenere una consistenza morbida e cremosa.

In abbondate acqua salata cuocere le linguine per 2/3 del tempo indicato.

Nel frattempo, in una padella, scaldare l’olio extravergine di oliva, un pizzico di peperoncino e l’aglio tritato. Appena inizia ad intiepidirsi fermare la cottura aggiungendo dell’acqua di cottura o del brodo vegetale, così da non avere la persistenza dell’aglio.

Nell’attesa della cottura della pasta, tagliare a piccoli dadini i gamberi rossi e condire con il sale, la scorza di limone e l’olio di oliva extra vergine.

Scolare la pasta e saltarla a fuoco vivace nella base aglio continuando la cottura direttamente in padella. A un minuto dal termine di cottura della pasta, aggiungere la purea di prezzemolo facendo mantecare aggiungendo anche dell’olio Evo a crudo.

Impiattare in una fondina formando un nido di linguine. Aggiungere ancora un po’ di salsa al prezzemolo e adagiare sopra la bisque ben calda e la tartare di gamberi.

Finire con scorza di limone grattugiata, a piacere.

Sant Ambroeus:

Nel 1936 due pasticcieri unirono le loro forze per aprire un caffè a pochi passi dal Teatro La Scala, il leggendario teatro d’opera. Ispirandosi alla storia di Sant’Ambrogio, del IV secolo, patrono di Milano, i due fondatori diedero alla pasticceria
e confetteria il nome del santo nella sua versione dialettale.

Nacque così Sant Ambroeus, di proprietà della famiglia Cattaneo, che ben presto si creò un bel seguito di affezionati clienti. Non ci volle poi molto tempo perché quel vivace e accogliente caffè diventasse il luogo di incontro preferito dell’intellighenzia cittadina. Che iniziava la giornata con il cappuccino e il cornetto di Sant Ambroeus, oppure faceva un salto a pranzo per assaporare un panino croccante. O ancora passava la serata gustando i piatti classici che tanto amava nell’elegante sala del ristorante.

La seconda metà del XX secolo ha visto il brand prosperare in patria ed espandersi poi oltre oceano. Nel 1982 arriva il primo ristorante Sant Ambroeus a Manhattan. Su Madison Avenue, apre le porte a una nuova ondata di clienti non solo newyorkesi, ma da ogni parte del mondo.

Negli anni 70 il locale viene venduto alla famiglia Pauli, che lo cede alla famiglia Festorazzi a inizio anni 80 e lo mantiene fino al 2021, quando viene rilevato da SA Hospitality Group.

SA Hospitality Group:

Da circa quarant’anni, Sant Ambroeus è uno dei ristoranti più amati di New York. Proponendo piatti contemporanei della cucina milanese e offrendo un servizio d’eccellenza in location senza eguali. Lo storico Sant Ambroeus aprì le porte del suo primo locale a Milano nel 1936, acquisendo rapidamente un grande seguito da parte della cosmopolita capitale del Nord Italia.

Da lì l’idea della famiglia Pauli di esportare il brand negli Stati Uniti negli anni 80. Nel 2003 entra in società Gherardo Guarducci che insieme a Dimitri Pauli ha utilizzato la sensibilità per le vecchie tradizioni, tipica del primo Sant Ambroeus. Sensibilità utilizzata con la finalità di conquistare i commensali americani, importando generazioni di tradizioni culturali italiane attraverso i ristoranti e bar aperti nei quartieri più esclusivi di New York. Tra cui Upper East Side, Soho, West Village, Southampton, Palm Beach, Florida. Ma anche attraverso i bar Sant Ambroeus aperti all’interno del Loews Regency Hotel, Sotheby’s Auction House e Hanley New York e il più recente Sant Ambroeus del Brookfield Palace.

Da allora Guarducci e Pauli hanno ampliato l’offerta di Sant Ambroeus Hospitality Group con l’aggiunta di Casa Lever nel 2009. Ristorante italiano elegante e raffinato situato nel famoso edificio Lever House di Midtown Manhattan. Il gruppo comprende inoltre il ristorante e wine bar Felice, che propone una serie di piatti ispirati alla tradizione toscana in collaborazione con Jacopo Giustiniani.

A fine 2021 viene rilevato anche Sant Ambroeus Milano, che dopo un importante intervento di ristrutturazione riapre a Novembre 2022.

Per ulteriori informazioni:

Sant Ambroeus
Corso Matteotti, 7 Milano
Orari di apertura
Lunedi – Venerdì: 7.30 – 00.00
Sabato – Domenica: 8.30 – 00.00
@santambroeus
www.santambroeus.it

Redazione