Un Tramonto con i Giganti: archeologia ed enogastronomia si incontrano nel Sinis

10-05-2024 | Cultura, News Home

 

La Penisola del Sinis è incastonata tra le acque cristalline del Mar Mediterraneo, nella costa occidentale della Sardegna. Questo territorio è il custode di testimonianze antiche che narrano le vicende dei popoli che l’hanno abitato nel corso dei secoli.

Tra le sue attrazioni più affascinanti spicca l’imponente complesso archeologico di Mont’e Prama. Un sito che ha catturato l’attenzione di studiosi e visitatori provenienti da tutto il mondo. Qui, sotto il caldo sole isolano, che fa crescere e maturare un grano di altissima qualità, si ergono i misteriosi Giganti di Pietra, scolpiti in blocchi unici di calcare locale.

Le imponenti figure, risalenti all’età del bronzo, sono state scoperte durante scavi condotti negli anni ’70. Alte oltre due metri, raffigurano guerrieri e creature zoomorfe, dalle fattezze umane ma con tratti stilizzati e possenti, che rivelano aspetti inediti della civiltà nuragica sarda, offrendo uno sguardo affascinante sul passato remoto dell’isola.

Per promuovere e tutelare queste importanti risorse archeologiche, nasce la Fondazione Mont’e Prama. Un’istituzione dedicata alla conservazione, alla ricerca e alla valorizzazione del patrimonio archeologico e culturale del Sinis, con particolare attenzione al sito di Mont’e Prama e ai suoi straordinari reperti.

La penisola del Sinis è riconosciuta anche per la varietà e le peculiarità organolettiche dei suoi prodotti agricoli, che costituiscono una parte fondamentale dell’economia locale e contribuiscono alla ricchezza enogastronomica della zona.

Oltre che per i campi di grano e gli ulivi, il Sinis è famoso per la produzione di ortaggi e frutta di alta qualità. I terreni fertili e il clima favorevole della regione favoriscono anche la produzione di eccellenti formaggi e latticini, grazie alla presenza di numerose aziende agricole, fattorie e caseifici che utilizzano latte fresco prodotto localmente.

Non ultimo il fiorente settore vitivinicolo che favorito dalle condizioni ottimali dell’ambiente collinare, è caratterizzato dalla coltivazione di diverse varietà di uva, tra cui la celebre Vernaccia di Oristano. Uno dei Vitigni autoctoni a Bacca bianca che dona un vino bianco secco dal sapore unico e raffinato che rappresenta un’autentica eccellenza enologica che ha varcato i confini regionali.

Da condividere con le istituzioni locali, grande merito per lo sviluppo del territorio va al Gruppo di Azione Locale (GAL) Sinis. Un’organizzazione che si configura come motore di crescita e di innovazione, promuovendo un modello di sviluppo sostenibile che valorizza le risorse naturali, culturali ed economiche, nel rispetto delle tradizioni e dell’identità locale.

La collaborazione tra la Fondazione Mont’e Prama e il GAL Sinis ha recentemente dato vita a delle fortunate iniziative culturali, coinvolgendo attivamente le aziende produttrici locali che fanno parte dell’associazione.

Un Tramonto con i Giganti è il titolo di una serie di eventi ospitati, grazie a delle aperture straordinarie, nella scenografica “Sala del Paesaggio” del Museo Marongiu di Cabras, dove spicca il nuovo allestimento del complesso scultoreo di Mont’e Prama.

Gli eventi presentano due momenti distinti. Un primo momento è ospitato nella sala dedicata alle conferenze, dove è possibile assistere alla presentazione e degustazione di prodotti enogastronomici, provenienti dalle aziende del Sinis. Al termine, conclusa la degustazione, i visitatori si trasferiscono nella Sala del Paesaggio per ammirare i reperti di Mont’e Prama che si affacciano sullo Stagno di Cabras.

Il Direttore del GAL Sinis, Cristiano Deiana, ci ha rilasciato una breve dichiarazione.

“L’idea del progetto è scaturita mentre mi trovavo in compagnia di Anthony Muroni, il Presidente della Fondazione Mont’e Prama e di alcuni collaboratori.

Partendo dai programmi della Fondazione, che vedevano, tutti i venerdì, l’organizzazione di un evento culturale nel museo, abbiamo pensato di unire alla bellezza scenografica della nuova sala che accoglie i Giganti, un secondo momento con una presentazione, nello spazio dedicato alle conferenze, dei prodotti delle aziende del territorio appartenenti al GAL Sinis.

Nasce così Un Tramonto con i Giganti, che ci vede direttamente coinvolti. Il GAL per portare avanti queste iniziative deve seguire delle procedure precise. Attraverso un avviso pubblico sono state selezionate ben sette aziende, che risultano moltiplicate per due, avendo accettato la condizione di partecipare all’iniziativa promozionale, portando le proprie produzioni, associate a quelle di un’altra realtà locale.

Così alla degustazione di prodotti agroalimentari d’eccellenza come quelli de Sa Marigosa è stato possibile unire i vini delle Tenute Evaristiano. Mentre per l’appuntamento successivo si sono gustate le diverse tipologie di pasta della filiera del grano duro coltivato e trasformato in Sardegna, Sardo Sole, abbinate ai vini della Cantina Contini.

Durante la degustazione, che nel caso di Sardo Sole, ha visto la presenza dello Chef Marcello Sanna, impegnato nella preparazione di golose ricette con la pasta della filiera, le aziende protagoniste, hanno l’occasione di raccontare la propria storia e di valorizzare il lavoro svolto negli anni.

In questo modo, si favorisce la creazione di una potente sinergia tra le attività del territorio, che saranno portate attraverso una rete di scambi, a collaborare e far crescere l’importanza delle produzioni locali”.

Visto il successo di queste prime due date, andate sold-out, i prossimi appuntamenti sono in fase di organizzazione e presto verranno svelati i nomi delle aziende protagoniste.

Il Costo della partecipazione è di 10 euro, i posti sono limitati. Per prendere parte all’evento, essendo una manifestazione a numero chiuso, occorre prenotarsi scrivendo una mail a:

eventi@monteprama.it
Questa iniziativa è in linea con il piano d’azione del GAL Sinis, che prevede la realizzazione di progetti che vogliono valorizzare e promuovere la Destinazione Sinis e quindi il territorio locale, in sinergia con le istituzioni pubbliche, gli enti e le aziende private.

 

Sardo Sole MEatingNews Link

GAL Sinis Link

Fondazione Mont’e Prama Link

 

Sara Sanna Caporedattore

Sarda, scrive da sempre di enogastronomia, da qualche anno in modo professionale. La passione per questi argomenti è una eredità preziosa della sua famiglia dove le tradizioni culturali si sono radicate in simbiosi col piacere di condividere e di godere della scoperta del buon cibo.