Riso I Ferrari, storia di un’eccellenza sarda

20-01-2024 | News Home, Prodotti

 

 

Il riso è uno di quei cereali che ha accompagnato l’umanità nelle sue svariate fasi evolutive. Alimento primario di alcune culture dell’estremo oriente, ha poi completato la sua conquista del mondo grazie alle peculiari caratteristiche.

Arrivato in Italia probabilmente importato dai mercanti veneziani, è stato presto adottato dalla raffinata cucina italiana che ha saputo valorizzarne al meglio le sue proprietà. La coltivazione del riso, praticata in diverse regioni della penisola, richiede determinate condizioni. In particolare, grandi quantità d’acqua dolce. Motivo per cui alcune zone sono più adatte rispetto ad altre.

In Sardegna, la risicoltura prende piede a partire dagli anni 40’ per poi integrarsi definitivamente sul territorio nel dopoguerra. Una delle aziende storiche è senza dubbio quella fondata da Angelo Mario Ferrari, negli anni 50’.

Come ci conferma Carlo Ferrari, responsabile del settore commerciale della Società Agricola Ferrari, incontrato in occasione della presentazione del Distretto Rurale Sardegna Centro Occidentale (SCO), tenutasi a Cabras negli scorsi giorni.

«La nostra è un’azienda storica perché nasce con l’avvento della risicoltura in Sardegna. Mio nonno, nel 1938 venne nell’isola proprio attraverso un importante imprenditore agricolo bresciano, Bertazzoli che avviò per la prima volta questa attività nella piana di Arborea».

L’azienda agricola I Ferrari, pluripremiata per la produzione del riso da seme, opera sul territorio di Oristano. Un area dove il sole e il vento giocano un ruolo fondamentale nello sviluppo di chicchi di qualità eccellente.

Da alcuni anni l’azienda ha introdotto il marchio Chicchi d’Angelo. Un’etichetta sotto la quale sono state messe sul mercato alcune delle varietà selezionate provenienti dalle risaie I Ferrari.
È una storia di successo imprenditoriale basata sull’intuizione, la tenacia e sacrifici, ma soprattutto, le relazioni umane. In primis quelle familiari.

«Siamo la terza generazione», aggiunge orgoglioso Carlo, consapevole della responsabilità di portar avanti assieme al fratello e alle sorelle, non solo un’azienda, ma una realtà storica.
Una realtà nella quale la passione e la tradizione fanno la differenza.

“Una storia di eccellenza quella de  I Ferrari, che dedicano il loro tempo al miglioramento, investendo sulla qualità, adottando una produzione a ridotto impatto ambientale, certificata “Sistema Di Qualità Nazionale Produzione Integrata”, ed utilizzando 100% energia rinnovabile; grazie all’ingente impegno che hanno posto nella ricerca e nella cura di ogni prodotto, si sono sviluppate qualità resistenti e altamente profumate.”

Intervista a Carlo Ferrari

 

Eridion Gjetja.

Albanese di nascita ma sardo d’adozione, da molti anni vive a Cagliari dove si è laureato in Storia e Società. Giornalista Pubblicista, da sempre affascinato dalle cronache del passato, ama il mare, la scrittura, ma soprattutto il buon cibo. Dal 2018 collabora con il quotidiano albanese Koha Jonë con l’intento di raccontare la Sardegna ai loro lettori.